Iscriviti a Christianity Today e ottieni l’accesso immediato ai problemi passati della Storia cristiana!
Newsletter gratuite

Altre newsletter

La tradizione sostiene che il nonno di Henry McNeal Turner fosse un principe africano. Mentre il suo sangue reale non lo salvò dai mercanti di schiavi che lo rapirono dalla sua nazione e lo portarono nella Carolina del Sud alla fine del 1700, il suo lignaggio alla fine tenne lui e la sua famiglia dalla schiavitù. La Carolina del Sud era una colonia britannica quando il principe arrivò, ed era contro la legge britannica schiavizzare il sangue reale. Libero – ma incapace di tornare a casa—il principe rimase e sposò una donna del posto. La coppia diede alla luce il padre di Turner, Hardy, e nel 1834 nacque il loro nipote.

Fin dalla tenera età, la vita di Turner fu segnata dai sogni. Quando Turner aveva otto anni, sognò che era in piedi di fronte a un grande, folla razzialmente diversificata che stavano cercando di lui per l ” istruzione. Ha interpretato il sogno come Dio “lo segna” per grandi cose, e alla fine ha catalizzato la sua passione per l’educazione—in un momento in cui era illegale per gli afroamericani, liberi o schiavi, frequentare la scuola. Nonostante questa discriminazione, Turner iniziò ad insegnare a se stesso attraverso l’aiuto di un divino “angelo dei sogni” che credeva gli apparisse nei suoi sogni per aiutarlo a imparare. Come Turner in seguito ha detto autore William Simmons:

vorrei studiare con tutta l’intensità della mia anima, fino a vincere dal sonno a notte; poi vorrei inginocchiarmi e pregare e chiedere al Signore di insegnare a me quello che non era in grado di capire me stesso, e non appena mi sarebbe caduta addormentato angelica personaggio apparirà con il libro aperto in mano e insegnare a me come si pronuncia ogni parola che ho fallito nel pronunciare durante la veglia, e in ogni successiva giornata di lezioni impartite me nei miei sogni sarebbe meglio compreso che le altre parti delle lezioni. Questo insegnante angelico, o maestro dei sogni, in ogni caso, mi portò attraverso il vecchio libro di ortografia di Webster e mi permise così di leggere la Bibbia e l’innario.

Nonostante l’insolito metodo educativo di Turner, all’età di 15 anni aveva letto l’intera Bibbia cinque volte e memorizzato lunghi passi della Scrittura.

Il padre di Turner morì mentre era ancora giovane. Dopo che sua madre si risposò, la famiglia si trasferì ad Abbeville, Carolina del Sud, e Turner divenne un inserviente in uno studio legale. L’astuta memoria di Turner e il desiderio di imparare cose nuove impressionarono così tanto i suoi colleghi bianchi che decisero di aiutare il loro collega nella sua educazione. Turner interpretò le loro azioni come una risposta alla preghiera e si riversò in aritmetica, astronomia, geografia, storia, legge e teologia.

Lo “Spurgeon negro”

All’età di 14 anni, Turner, insieme alla sua famiglia, divenne membro della Southern Methodist Episcopal Church (SMEC) in un servizio di rinascita. La sua conversione sarebbe avvenuta tre anni dopo, nel 1851, sotto la predicazione del missionario delle piantagioni Samuel Leard. In una lettera a Leard, Turner ha ricordato la sua esperienza di conversione:

mi sono unito alla Chiesa sotto il Rev. Sig Crowell, in libertà vigilata, a Abbeville, nell’ultima parte del 1848, ma ben presto è andato a imprecare e a ubriacarsi ogni volta che ho potuto ottenere il whisky, e stato il peggior ragazzo, a Abbeville Casa di Corte fino a lei, Sharon Terreno del Campo, nel 1851, così mi ha sbalordito con la tua potente predicazione che mi è caduto a terra, rotolò nella polvere, schiuma alla bocca, e agonizzava sotto la convinzione finché Cristo non mi ha sollevato dal suo sangue espiatorio.

Poco dopo la sua conversione, Turner si sentì costretto a predicare il Vangelo. La sua denominazione affermava la sua vocazione, autorizzandolo prima come esortatore e inviandolo a condurre incontri di preghiera tra la gente schiavizzata di Abbeville, nella Carolina del Sud. Due anni dopo, la denominazione concesse a Turner una licenza per predicare. Questa mossa è stata insolita per la SMEC, una denominazione che regolarmente concesso in licenza afro-americani come esortatori, ma solo raramente concesso loro di predicare.

Questo status permise a Turner di spostarsi in tutto il sud, che teneva schiavi, predicando sia al pubblico bianco che a quello nero. La predicazione di Turner combinava non solo la Scrittura, ma anche letture esterne di classici, come il Paradiso perduto di John Milton e gli scritti del popolare teologo Thomas Dick. Turner ricordava anche molto di ciò che leggeva e lo usava nei suoi sermoni estemporaneamente pronunciati. Inoltre, Turner ha presentato i suoi sermoni eruditi in un oratorio potente ed eloquentemente consegnato. La sua predicazione guadagnò a Turner il soprannome di “Negro Spurgeon”, annuendo all’eloquente pastore battista inglese che era un contemporaneo di Turner.

Lo stile di predicazione di Turner portò alcuni ad accusarlo di memorizzare i suoi sermoni e affermare che non poteva parlare improvvisato. (A quel tempo, parlare estemporaneo era ampiamente visto un segno che uno era guidato e portato dallo Spirito Santo nella propria predicazione.) Un partecipante sfidò Turner a predicare da un testo che l’ospite avrebbe fornito a caso. Turner accettò la sfida e,” nello Spirito del Signore”, espose in Genesi 7:1, ” Vieni tu e tutta la tua casa nell’arca.”Il contenuto del sermone di Turner non è stato documentato, ma i rapporti suggeriscono che non solo i “cittadini bianchi ne erano ben contenti”, ma dopo il sermone, la chiesa raccolse un’offerta di $810, una piccola fortuna in quel giorno.
Turner è stato anche determinante in una serie di revival ad Atene, Georgia, durante la primavera del 1858. In coppia con W. A. Parks, un ministro bianco e” missionario “per i neri, Turner predicò” potenti sermoni “e tenne il pulpito della chiesa metodista nera” fino a due volte al giorno durante la settimana.”

Nonostante la popolarità della predicazione di Turner, la sua denominazione non riuscì ad ammorbidire le sue restrizioni che vietavano agli afroamericani di ordinare o diventare vescovi. Alla fine del 1850, Turner lasciò la SMEC, si unì alla African Methodist Episcopal Church (AME), e si trasferì a Baltimora e servì brevemente come pastore della Waters Chapel AME Church e della Tissue Street Mission. Nel 1862, Turner divenne il pastore della grande e influente Israel AME Church a Washington, DC. Nel bel mezzo della guerra civile, Turner organizzò un liceo nella sua chiesa, dove intellettuali e congreganti discutevano questioni importanti del giorno come la guerra e altre questioni politiche. Oltre ai suoi doveri di ministero, Turner divenne un corrispondente regolare per il Christian Recorder, il settimanale dell’AME. Perché la sua chiesa a pochi passi da Capitol Hill, Turner ha trascorso ore nelle sue camere, ascoltando dibattiti e argomenti sui pavimenti della Camera e del Senato.
Come pastore di una delle più grandi chiese nere di Washington, DC, Turner si è rapidamente affermato come leader nella comunità nera. Fece amicizia con diversi funzionari eletti repubblicani e divenne un grande sostenitore dello sforzo bellico. Turner ha fatto una campagna per l’uso di soldati afroamericani e ha contribuito a creare quello che presto divenne il 1st United States Colored Troops (USCT). Dopo che l’unità raggiunse la sua quota di 1.000 uomini, Turner fece una campagna per avere un proprio cappellano. La sua petizione ha dato i suoi frutti: Nel novembre 1863, il presidente Abraham Lincoln nominò Turner alla posizione, rendendolo il primo cappellano nero in qualsiasi ramo dell’esercito e l’unico ufficiale nell’USCT. In questa veste, divenne anche corrispondente di guerra, pubblicando dozzine di articoli nel Registratore cristiano. Quando la guerra civile finì, il Freedmen’s Bureau lo assegnò in Georgia come cappellano dell’esercito.

Chiesa Impianto e politica

Dopo il suo servizio militare, Turner rivolto la sua attenzione alla politica. Durante la ricostruzione, Turner divenne un organizzatore del Partito repubblicano, reclutando elettori neri in tutta la Georgia. Ha contribuito a stabilire la prima convenzione statale repubblicana, assistito nella stesura di una nuova costituzione dello stato, e servito come rappresentante dello stato della Georgia. Tuttavia, la sua vittoria fu di breve durata; nell’autunno del 1868, i membri bianchi della legislatura statale votarono per squalificare i neri dal ricoprire cariche elettive. Prima di partire, però, Turner ha tenuto un discorso per i secoli. Nelle sue osservazioni di apertura, Turner tuonò:

Vorrei che i deputati di quest’Assemblea comprendessero la mia posizione. Ritengo di essere un membro di questo corpo. Perciò, signore, io non sarò né fulvo né rabbrividito davanti a nessun partito, né mi chinerò a supplicarli per i miei diritti. Alcuni dei miei colleghi di colore, nel corso delle loro osservazioni, hanno colto l’occasione per appellarsi alle simpatie dei membri della parte opposta e per elogiare il loro carattere per la magnanimità. Mi ricorda molto, signore, degli schiavi che implorano sotto la sferza. Sono qui per rivendicare i miei diritti e per lanciare fulmini contro gli uomini che oserebbero varcare la soglia della mia virilità. C’è un vecchio aforisma che dice: “combatti il diavolo con il fuoco”, e se dovessi osservare la regola in questo caso, vorrei che i signori capissero che non è che combatterli con la propria arma.

Turner ha poi raggiunto il vero motivo per cui i legislatori bianchi hanno votato per espellere gli afroamericani:

La grande domanda, signore, è questa: sono un uomo? Se sono tale, rivendico i diritti di un uomo. Non sono un uomo perché mi capita di essere di una tonalità più scura rispetto onorevoli signori intorno a me? Fammi vedere se lo sono o no. Oggi voglio convincere l’Assemblea che ho diritto al mio posto qui. … Dio ritenne opportuno variare tutto in natura. Non ci sono due uomini uguali, né due voci uguali, né due alberi uguali. Dio ha tessuto e tessuto varietà e versatilità in tutto lo spazio sconfinato della Sua creazione. Poiché Dio ha ritenuto opportuno fare un po ‘di rosso, e un po’ di bianco, e un po ‘di nero, e un po’ di marrone, dobbiamo sederci qui in giudizio su ciò che Dio ha ritenuto opportuno fare? Così si potrebbe giocare con i fulmini del cielo come con quella creatura che porta l’immagine di Dio, la fotografia di Dio.

Non considerava ciò che la Casa faceva come una “spinta” contro di lui; ma una spinta contro la Bibbia e Dio per “fare un uomo e non finirlo”, sosteneva che stava “semplicemente chiamando il Grande Geova uno stolto.”Ha continuato:

È straordinario che una razza come la vostra, che professa galanteria e cavalleria, educazione e superiorità, viva in una terra dove i rintocchi chiamano bambino e sire alla chiesa di Dio, una terra dove si leggono le bibbie e si parlano le verità del Vangelo, e dove si presume che esistano tribunali di giustizia; è straordinario che, con tutti questi vantaggi dalla tua parte, tu possa fare guerra al povero e indifeso uomo nero.

Turner ha chiuso il suo discorso proclamando

Potete espellerci, signori, con i vostri voti, oggi; ma, mentre lo fai, ricorda che c’è un Dio giusto in Cielo, il cui Occhio Onniveggente vede allo stesso modo le azioni dell’oppressore e degli oppressi, e che, nonostante le macchinazioni dei malvagi, non manca mai di rivendicare la causa della Giustizia e la santità della Propria opera.

Dopo la sua estromissione dalla legislatura statale della Georgia, Turner divenne il postmaster degli Stati Uniti a Macon, in Georgia, il primo nero in assoluto a ricoprire quella posizione. Tuttavia, non a tutti è piaciuto l’appuntamento, incluso J. C. Swayze, un repubblicano radicale bianco e redattore di giornali, che sentiva di essere stato passato per la posizione e che ha pubblicato una serie di articoli che attaccavano Turner. Poco dopo Turner ha ricevuto la posizione, Marian Harris, una prostituta con la quale il Turner sposato era stato coinvolto, è stato arrestato con l’accusa di denaro falso. Mentre alla fine non c’erano prove sufficienti per incriminare Turner, le pressioni dell’amministrazione del presidente Ulysses Grant lo portarono a dimettersi dal suo incarico nel 1869.

Dopo aver lavorato per alcuni anni come ispettore doganale, Turner rivolse i suoi sforzi alla crescita della Chiesa di AME nel sud. Il suo obiettivo principale era quello di aumentare l’adesione e costruire chiese. A detta di tutti, era un compito arduo, reso ancora più difficile dalla violenza che i confederati bianchi inflissero ai neri. Turner non era immune.

Come testimoniò al Congresso nel 1871, in “due o tre occasioni, posso dire in una dozzina di casi, se non mi fossi nascosto nelle case a volte, nei boschi altre volte, in un tronco cavo in un altro momento, sarei stato assassinato da una banda di predatori notturni, o rovers.”Alla domanda se avesse visto altre prove di predoni notturni che ferivano altri afroamericani, Turner rispose che ne aveva visti” decine.”Raccontò le volte che aveva visto” uomini che avevano la schiena lacerata “e uomini” che avevano proiettili in loro. Ha visto gli altri con le loro “braccia sparate; hanno sparato così male che hanno dovuto essere amputati” e altri con le loro “gambe sparate.”Nonostante il pericolo, Turner persistette. Mentre non sappiamo il numero esatto di chiese Turner piantato o il numero di ministri autorizzati, la chiesa AME lo accredita con stabilire la chiesa AME in Georgia.

Nel 1876, il suo duro lavoro ha dato i suoi frutti e divenne direttore delle pubblicazioni per la Chiesa AME. Fu incaricato di promuovere tutte le pubblicazioni della denominazione, incluso Il Registratore cristiano, il materiale scolastico domenicale, i libri pubblicati dai ministri AME e qualsiasi materiale di formazione per ministri e laici. La posizione gli ha anche permesso di viaggiare in tutti i distretti e incontrare pastori e leader delle chiese locali. Durante i quattro anni in cui è stato direttore delle pubblicazioni, Turner ha sviluppato un seguito che ha portato alla sua elezione come uno dei 12 vescovi della chiesa.

Come vescovo, Turner aveva una piattaforma nazionale per sposare le sue idee sulla razza, la politica, il linciaggio e altre questioni sociali del giorno, in particolare l’emigrazione. Tuttavia, dopo che il razzismo è andato senza sosta e i conservatori hanno annullato molti dei guadagni che gli afroamericani hanno fatto durante la ricostruzione, l’oratorio di Turner è diventato sempre più pessimista. Dopo la decisione di Plessy contro Ferguson nel maggio 1896, Turner dichiarò che non c’era futuro negli Stati Uniti per gli afroamericani. Le sue denunce contro il paese e le sue critiche impegnative e pungenti contro altri afroamericani hanno portato molti a licenziare Turner.

I rimproveri più pungenti arrivarono dopo che Turner dichiarò che “Dio è un negro.”Un uomo di colore, che si identificava come non essere un “uomo di razza”, dichiarò:” Se dovessi andare in paradiso e trovare solo negri lì, penso che vorrei prendere il mio cappello e uscire “mentre un ministro bianco definiva l’idea” blasfema.”Ha sostenuto che” Dio non è un Dio di qualsiasi nazionalità, o di qualsiasi razza, ma di tutta la famiglia umana; e per quanto riguarda il colore—Dio è uno Spirito da adorare da spiriti rinnovati in qualsiasi corpo colorato per un tempo essi tabernacolo della terra. Turner, tuttavia, continuò strenuamente a difendere la sua posizione.
Nell’ultima parte del 19 ° secolo, Turner rimase attivo. Ha servito come presidente del consiglio di Morris Brown College dal 1896-1908 e mantenuto un programma occupato fino alla fine della sua vita. Era a Windsor, Ontario, alla Conferenza generale della Chiesa di AME l ‘ 8 maggio 1915 quando subì un ictus. Morì ore dopo in un ospedale di Windsor.

Turner ha lasciato una ricca eredità. Gran parte della sua scrittura prefigurava molti dei movimenti sociali nella cultura afroamericana durante il 20 ° secolo. L’idea di WEB Du Bois del “nazionalismo culturale”, il movimento” Back to Africa ” di Marcus Garvey, il moderno movimento per i diritti civili, il movimento Black Power, la teologia nera della liberazione di James Cone e persino alcuni elementi del rap nazionalista trovato nell’attuale cultura hip-hop devono un debito al lavoro di Turner e alle intuizioni progressiste.

Ma Turner era anche teologo pubblico. Il suo oratorio, gli scritti, le pubblicazioni, le lettere e gli editoriali mostrano una figura che non si limitava alle pareti della chiesa, ma vedeva la necessità di un impegno pubblico di Dio-parlare nell’arena pubblica. La sua fede lo seguì dal campo di battaglia della guerra civile alle sale del Congresso agli uffici dell’AME, fede che lo portò a sfidare l’America a vivere all’altezza degli ideali di libertà, giustizia e democrazia.

Andre E. Johnson, PhD, è un assistente professore di retorica, razza e religione presso l’Università di Memphis. È l’autore del Profeta dimenticato: Il vescovo Henry McNeal Turner e la tradizione profetica afroamericana e il direttore e curatore del progetto Henry McNeal Turner, un archivio digitale volto a raccogliere gli scritti di Turner.