Come il suo coevo Frederick Jones, Lloyd Augustus Hall ha svolto un ruolo importante nell’industria alimentare americana. Mentre Jones ha rivoluzionato il trasporto di cibo, Hall ha inventato modi per preservare gli alimenti stessi.

Nato a Elgin, Illinois, Hall era uno studente distinto. La sua laurea in Chimica farmaceutica presso la Northwestern University di Chicago (1916) ha aperto la strada per il suo ScD dal Virginia State College (1944). Nel frattempo, Hall divenne uno dei più importanti chimici alimentari della nazione.

A Chicago, Hall era il chimico sanitario senior del Dipartimento della Salute e Presidente della Chemical Products Corp., prima di unirsi ai Griffith Laboratories come consulente nel 1925. Qui, mentre saliva alla posizione di direttore tecnico e capo chimico, Hall ha guadagnato oltre 100 brevetti statunitensi e stranieri in chimica alimentare.

Prima delle invenzioni di Hall, la conservazione chimica degli alimenti era a malapena una scienza. La maggior parte della conservazione è stata fatta con sali, ed era difficile mantenere i cibi da rovinare senza farli sapore amaro. Hall trovò per la prima volta un modo per usare una combinazione di cloruro di sodio con minuscoli cristalli di nitrato di sodio e nitrito, che sopprimevano l’azoto che rovinava il cibo (1932). Questo metodo brevettato di stagionatura delle carni è ancora usato oggi.

Hall next ha sviluppato antiossidanti, tra cui la lecitina, che ha impedito ai grassi e agli oli degli alimenti di rovinarsi reagendo con l’ossigeno. Hall ha anche scoperto che alcune spezie, come zenzero e chiodi di garofano, lungi dal conservare gli alimenti, trasportano batteri e muffe che possono effettivamente accelerare il deterioramento degli alimenti. In seguito inventò un sistema che utilizzava il gas di ossido di etilene in una camera a vuoto per purificare gli alimenti di tali microbi. Tale sistema è stato successivamente adattato al fine di sterilizzare farmaci da prescrizione e cosmetici.

Le numerose innovazioni di Lloyd Augustus Hall avvantaggiarono i consumatori e le industrie alimentari e farmaceutiche. Dopo essersi ritirato da Griffith nel 1959, Hall ha lavorato come consulente per l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, dove ha condiviso i suoi progressi con i paesi in via di sviluppo. Ha lavorato per loro fino alla sua morte nel 1971.