LIBERTY, Maine — Ci sono problemi in paradise, o meglio sul lago di 6 acri St. George island recentemente ribattezzata Hawaii 2 dai suoi nuovi proprietari, Cards Against Humanity.

La società di party game con sede a Chicago ha acquistato l’ex Birch Island lo scorso autunno per $190.000 e l’ha prontamente divisa in pacchi quadrati da dare alle 250.000 persone che hanno acquistato carte contro il pacchetto mistero delle vacanze dell’Umanità.

Questa mossa ha solleticato alcuni, in particolare i partecipanti che hanno allegramente condiviso i loro piani per l’isola sulle piattaforme dei social media, ma hanno spuntato gli altri. Questi ultimi includono alcuni proprietari di immobili sul lago di San Giorgio che si preoccupano dei potenziali problemi di avere fino a 250.000 nuovi vicini.

Ma quel tipo di suddivisione estrema e l’installazione di una piattaforma, capannone e sicuro entro 22 piedi dalla normale linea di acqua alta del lago sono in violazione delle ordinanze di suddivisione e zonizzazione di Liberty shoreland, secondo l’ufficiale di applicazione del codice Liberty Donald Harriman.

Alla fine del mese scorso, Harriman ha scritto a tre persone giuridiche coinvolte con Cards Against Humanity e Hawaii 2 e ha dato loro fino al 15 aprile di cessare ogni attività commerciale sull’isola, revocare le 250.000 “licenze” che concedono l’uso esclusivo di 1 piede quadrato di terra e rimuovere il capannone e la piattaforma dalla sua posizione attuale. Se questo non accade, ha scritto, la città potrebbe imporre multe di non meno di $100 al giorno per violazione e fino a $2.500 al giorno per violazione.

“Mentre è improbabile che la corte ordinerebbe sanzioni di $625,000,000 al giorno (250,000 moltiplicato per $2,500), la città cercherà le multe massime, le sanzioni e le spese legali che possono essere assegnate dalla corte”, ha scritto Harriman nella lettera datata 31 marzo. “Un piano correttivo accettabile per la città deve essere in atto entro il 15 aprile 2015, per evitare il deposito di un’azione di applicazione dell’uso del suolo in tribunale.”

La lettera è stata inviata a Cards Against Humanity LLC, Hawaii 2 LLC e Birch Island LLC. Harriman ha scritto che si ritiene che queste ultime due entità siano affiliate a Cards Against Humanity.

A partire da venerdì, Liberty non aveva ricevuto una risposta, secondo Pam Chase, terzo selectman.

“Lo scopo di una legge di suddivisione è limitare la densità di popolazione”, ha detto. “Non pensavamo che l’ordinanza di suddivisione avrebbe permesso di suddividere un pacco così piccolo così tante volte.”

Ha detto di aver sentito lamentele da alcuni residenti di Liberty, una città di meno di 1.000 persone che si vanta delle condizioni incontaminate dei suoi laghi.

“Molte persone sono preoccupate per quanti visitatori potrebbero esserci”, ha detto. “Se avessimo solo 500 visitatori che si sono presentati in un giorno, sarebbe una bella cosa per la piccola città della Libertà.”

Gli sforzi di venerdì per contattare l’agente Cards Against Humanity elencato nella lettera di Harriman non hanno avuto successo.

Lo scorso dicembre, Max Temkin, co-creatore della compagnia, ha dichiarato al Chicago Tribune che “volevamo fare qualcosa di grande” per la campagna annuale di raccolta fondi per le vacanze.

“Abbiamo pensato di provare a lanciare qualcosa nello spazio o fare qualcosa di visibile dallo spazio”, ha detto. “Alla fine questo ci ha portato lungo il percorso di acquisto di un’isola privata, che è qualcosa di cui abbiamo scherzato in passato.”

Cards Against Humanity ha inviato licenze per il piede quadrato dell’isola a persone che hanno acquistato il pacchetto vacanza da $15 e hanno inviato loro una lettera che descrive l’isola come boscosa e disabitata. I titolari di licenza devono seguire le leggi locali e statali e non possono danneggiare o abbattere alberi, diceva la lettera.

Secondo Harriman, la città di Liberty ritiene che le licenze per l’uso di Hawaii 2 siano state effettivamente vendute e che l’isola “continui ad essere pubblicizzata e commercializzata.”Ha scritto che una gara per aprire la cassaforte installata sull’isola e rimuovere i premi collocati all’interno ha attirato notevole attenzione e che durante l’inverno alcune persone che hanno acquistato le licenze hanno ottenuto l’accesso all’isola attraversando la proprietà privata senza il permesso dei proprietari terrieri. Un video di YouTube sul portare la cassaforte sull’isola mostra che è piena di quelli che sembrano essere pacchetti di carte.

“Sono state presentate denunce alla città e al dipartimento dello sceriffo della contea di Waldo”, ha scritto. “Non sono a conoscenza se il dipartimento dello sceriffo o la polizia di stato hanno emesso alcuna convocazione fino ad oggi.”

Gli sforzi del venerdì per vedere quali, se del caso, azioni sono state intraprese dall’ufficio dello sceriffo della contea di Waldo per quanto riguarda i trasgressori non hanno avuto immediatamente successo.

Harriman ha anche scritto che sembra che Cards Against Humanity stia collaborando con un’azienda chiamata Owlchemy Labs per promuovere un gioco di avventura geocaching e posizionerà 100 thumb drive in un albero su Hawaii 2.

“Trovo che un uso commerciale non autorizzato sia iniziato su Birch Island, in violazione dell’ordinanza Liberty Shoreland”, ha scritto. “L’intero schema sembra essere uno sviluppo e / o divisioni di terra a scopo di lucro con la possibilità di un uso intenso in vari momenti.”

Ma secondo un febbraio. 4 post da Cards Against Humanity sul sito web dei social media tumblr.com, quella non era la loro intenzione. La società ha dato ai partecipanti una licenza per un piede quadrato invece di un atto per il piccolo appezzamento di terreno perché, “se le persone davvero possedevano la loro terra, potevano facilmente cercare di ottenere il permesso di costruire qualcosa su di esso, che non è quello che avevamo in mente.”

Il post — che è stato reso pubblico quasi due mesi prima che Harriman inviasse la sua lettera — citava Temkin come dicendo: “Non svilupperemo mai l’isola. Se qualcun altro lo comprasse, costruirebbero una casa estiva o un condominio o qualcosa del genere. In questo modo, la terra sarà mantenuta come un pezzo incontaminato di natura selvaggia. Ci siamo uniti alla locale Associazione Liberty Lake, e lavoreremo con loro per affrontare qualsiasi problema man mano che si presenteranno.”