Jody Williams, (nato il 9 ottobre 1950, Putney, Vermont, Stati Uniti), attivista americano che ha contribuito a fondare la Campagna internazionale per vietare le mine terrestri (ICBL). Nel 1997 lei e la campagna sono stati nominati corecipients del Premio Nobel per la Pace.

Domande principali

Chi è Jody Williams?

Jody Williams è un attivista americano che ha contribuito a fondare la Campagna Internazionale per vietare le mine antiuomo (ICBL). Nel 1997 lei e la campagna sono stati nominati corecipients del Premio Nobel per la Pace.

Quali sono le opinioni di Jody Williams sulle future minacce delle mine terrestri?

In un saggio che Jody Williams ha scritto nel 2018, con l’Encyclopædia Britannica Anniversary Edition: 250 Anni di Eccellenza, ha spiegato che “wo delle sfide più grandi per la miniera-ban comunità nei prossimi 10 anni, sono in riunione l’obbligo del trattato di sminamento e, ancora più difficile, affrontare la permanente necessità di mine terrestri sopravvissuti.”

Testimoniare l'impegno per una campagna internazionale per il bando delle mine antiuomo e la firma del Trattato di Ottawa

Testimoniare l’impegno per una campagna internazionale per il bando delle mine antiuomo e la firma del Trattato di Ottawa

Un video per celebrare il 20 ° anniversario della Campagna Internazionale per il Bando delle Mine (ICBL), fondata nel 1992, comprese le riprese di Diana, principessa del Galles, e il suo lavoro con le vittime delle mine terrestri.

ICBLSee tutti i video per questo articolo

Nel 1984 Williams ha conseguito un master presso la Johns Hopkins School of Advanced International Studies di Washington, DC era un co-coordinatore del Nicaragua-Honduras Progetto di Educazione (1984-86) e vice direttore dell’Aiuto Medico per El Salvador (1986-92). Nell’ottobre 1992, con la collaborazione di sei organizzazioni internazionali, ha coordinato il lancio dell’ICBL con la missione di abolire l’uso di mine antiuomo. I suoi sforzi hanno dato i loro frutti nel dicembre 1997, quando il trattato di divieto delle mine è stato firmato da più di 100 paesi a Ottawa. Durante il decennio successivo, circa 130 paesi ratificarono il trattato-con l’eccezione dei principali produttori di miniere, come Stati Uniti, Russia e Cina.

Williams ha tenuto conferenze sui pericoli delle mine terrestri, pubblicizzando la presenza di decine di milioni di mine inesplose in più di 70 paesi. Era coautore di After the Guns Fall Silent: The Enduring Legacy of Landmines (1995), che esamina l’impatto socioeconomico della contaminazione da mine terrestri in quattro paesi, e coeditor of Banning Landmines: Disarmo, Diplomazia dei cittadini e sicurezza umana (2008). Nel 2007 è stata nominata a capo di una missione di alto livello delle Nazioni Unite per indagare sulle violazioni dei diritti umani nella regione sudanese devastata dalla guerra del Darfur. Nello stesso anno, si è unita alla facoltà del Graduate College of Social Work dell’Università di Houston come professore di pace e giustizia sociale. Ha ricevuto più di una dozzina di lauree honoris causa ed è stata nominata dalla rivista Forbes nel 2004 come una delle 100 donne più potenti del mondo. Il suo libro di memorie, My Name Is Jody Williams: A Vermont Girl’s Winding Path to the Nobel Peace Prize, è stato pubblicato nel 2013.