TORONTO — James Wilder Jr.è impostato per chiamarlo una carriera nella CFL. Il tailback di tre anni ha reso ufficiale la sua decisione sui suoi social media dopo che la notizia è stata riportata per la prima volta da Dave Naylor di TSN.

Wilder aveva inviato un tweet mercoledì indicando che avrebbe fatto un annuncio sul suo futuro mentre aspettava di scoprire se la CFL tornerà a giocare o meno in 2020.

Le Alouettes non hanno ancora ufficializzato alcun annuncio. Wilder è impostato per assumere un lavoro di coaching con la sua alma mater a Tampa, FL.

Runningback @I_wilder32 della @MTLAlouettes ha deciso di ritirarsi dalla @CFL a causa dell’incertezza intorno alla stagione 2020. Ha accettato un lavoro di coaching presso la sua scuola superiore alma mater a Tampa. Sarà anche in esecuzione un impianto fitnesss sotto il suo nome in Florida. # CFL

Wilder ha firmato un contratto di un anno con gli Alouettes a gennaio dopo essere stato rilasciato dai Toronto Argonauts alla fine della stagione 2019.

Wilder Jr. giocato in 14 partite in 2019, correndo per 464 yard e un touchdown su 92 porta e aggiungendo anche 47 catture per 415 yard e quattro major attraverso l’aria.

Durante il suo mandato di tre anni con Toronto, il sei-piede-tre, 212 libbre aveva raccolto 2.027 yard e nove touchdown a terra e ha aggiunto 1.487 yard e cinque major su 154 prese fuori dal backfield.

Wilder Jr.è stato nominato il Rookie più eccezionale del 2017 nel suo modo di aiutare Toronto a vincere la 105th Grey Cup.

Le notizie di Wilder arrivano mentre la CFL e la CFLPA cercano di lavorare su opzioni che potrebbero potenzialmente salvare la campagna 2020 deragliata dalla pandemia globale di COVID-19.

La scorsa settimana, il commissario della CFL Randy Ambrosie ha rilasciato una dichiarazione a nome della Lega fornendo un aggiornamento sulla speranza di giocare in 2020.

“Amiamo il nostro gioco, i nostri giocatori e i nostri fan. Stiamo lavorando duramente ogni giorno per trovare un modo per tornare in campo in 2020”, ha detto Ambrosie nella dichiarazione. “Non vediamo l’ora di avere maggiori opportunità di lavorare con la CFLPA sulla nostra risposta alla pandemia di COVID-19, tra cui se ci può essere una stagione in 2020, il piano di recupero a breve e lungo termine per la lega canadese e cosa dobbiamo avere in atto insieme per 2021 e oltre. Le realtà pratiche e finanziarie imposte dalla COVID-19 – come nel caso di molte imprese canadesi – forniranno un quadro per i colloqui su un nuovo accordo di contrattazione collettiva. Una partnership forte, positiva e produttiva con i nostri giocatori è fondamentale per sopportare la pandemia, tornare in campo e tornare in pista per perseguire un futuro che andrà a beneficio diretto dei giocatori, della lega e dei nostri tifosi.”