Il ballo è stato uno dei film più visti di Netflix dalla sua premiere a dicembre. Ma una critica è stata di James Corden che non è gay a differenza del suo personaggio The Prom, Barry Glickman.

Il ballo, che si basa sul musical di Broadway del 2018 con lo stesso titolo, vede Corden nei panni di Barry Glickman, un attore narcisista di Broadway che, insieme alla collega Dee Dee Allen, si reca in America centrale per aiutare un adolescente gay del liceo il cui ballo è stato annullato a causa della sua sessualità. Il ballo esplora anche la propria esperienza di coming out di Barry, mentre gli spettatori apprendono che la sua storia non è diversa da quella di Emma, l’adolescente che sta aiutando per la pubblicità. Come Emma, Barry è anche estraniato dalla sua famiglia, in particolare sua madre, dopo che è uscito a 16 anni ed è stato cacciato dalla sua casa. La fine del film vede Emma avere il ballo di fine anno che ha sempre sognato, così come Barry riunirsi con la sua mamma che si scusa per la sua reazione quando era un adolescente.

A parte Emma e la sua ragazza, Alyssa Greene, Barry ha avuto una delle storie più serie del ballo sulla sua sessualità e sul suo coming out, che ha reso i critici ancora più critici dato che James Corden non è gay. A differenza del suo personaggio, Corden è etero e sposato con il produttore televisivo Julia Carey. I due, che si sono sposati nel 2012, condividono anche tre figli: il figlio Max, 9, e le figlie Carey, 6, e Charlotte, 3. Dopo la premiere del ballo, Corden è stato sbattuto su Twitter per il suo ritratto “offensivo” di un uomo gay, che molti spettatori hanno trovato omofobico e stereotipato. “qualcosa su James Corden che interpreta un ragazzo gay mi sembra profondamente omofobico”, ha twittato @ InfinityBaka. Twittato @ christinafoleyy, “james corden, un uomo etero, cantando” aiuteremo quella piccola lesbica ” mentre finge di essere un uomo gay si sente così sbagliato su così tanti livelli e continua a ripetere nella mia testa.”Ha scritto @aliceorwhateva,” James Corden non essere gay in realtà mi fa incazzare.”

Anche se Corden non ha risposto direttamente ai suoi critici, ha detto a Metro in un’intervista a dicembre che è “orgoglioso” della sua interpretazione di un uomo gay. “Mi emoziono quando penso a quelle scene sulla sua famiglia, se sono onesto. Sono scene importanti che muovono la storia e il personaggio in avanti”, ha detto. “‘Come attore] passi molto tempo, solo personalmente, sentendoti come se potessi avere un po’ di più da dare. Come si potrebbe essere in grado di avere un po ‘ più di profondità e si desidera che qualcuno come Ryan a venire avanti e cadere una sceneggiatura in grembo come questo.”

Corden ha continuato a dire che ha lavorato con Murphy, che è il direttore del ballo, per creare Barry. Ha detto a Metro che Murphy, che è un uomo gay, gli ha parlato delle sue esperienze con la sua sessualità per aiutare Corden a giocare a Barry. “E poi tu vai,’ Oh Dio, e se non sono in grado di fare queste cose? Ryan, sarò in debito per sempre per la sua guida, il modo in cui mi ha guidato attraverso di essa. Il modo in cui mi ha guidato attraverso di essa come regista, il modo in cui mi ha guidato attraverso di essa come un amico, il modo in cui mi ha guidato attraverso di essa come un uomo gay. E farò tesoro di quei giorni”, ha detto Corden.

Ha continuato, ” Lo trovo molto commovente quando penso a come mi sono sentito in quei giorni in cui era solo Meryl e io. Amo quelle scene e sono molto orgoglioso di loro.”

Il ballo è disponibile per lo streaming su Netflix.

 Nuova newsletter di intrattenimento